0

DALLA SCOZIA ALLA LOMBARDIA: AUTONOMIA E’ DEMOCRAZIA

Andando in Scozia non poteva mancare una visita al Parlamento scozzese. La nuova sede del Parlamento è stata inaugurata nel 2004 e si trova proprio di fronte al Palazzo Reale a Edimburgo. L’esigenza della nuova sede è sorta dopo il vittorioso esito del referendum sulla devolution che nel 1997 ha conferito autonomia legislativa alla Scozia in una serie di materie di rilevanza locale. In precedenza la Scozia non aveva un suo Parlamento (che era unico con quello inglese fin dal 1700) anche se godeva già di ampia autonomia. Il sistema educativo è diverso da quello inglese e la Banca di Scozia batte moneta fin dal 1600.  Allo Stato centrale, meglio noto come Regno Unito, dopo l’entrata in vigore dello Scotland act del 1998 e successive modifiche, restano di competenza materie riservate di rilevanza nazionale. È molto difficile comparare il sistema giuridico britannico con il nostro, ma da come vanno le cose qui sembra che la preoccupazione per la Brexit e di eventuali scossoni all’economia non si abbia timore. La tradizionale flemma britannica sembra stemperare ogni esasperazione. Compresa quella autonomistica. In Lombardia invece dopo il referendum dell’autonomia dell’ottobre scorso, sul testo proposto dal Movimento 5 Stelle, solo con l’inizio di questa legislatura si è chiesto di poter avere la completa autonomia su tutte le 21 materie previste dall’articolo 116 della Costituzione. Pur essendo stata concessa questa possibilità fin dal 2001 solo adesso si sono portate avanti queste istanze. Da un punto di vista economico significa che se nel gestire le 21 materie la Regione spenderà meno dello Stato, quello che avanza potrà essere utilizzato per fornire altri servizi ai lombardi. Si parla di almeno 10 miliardi di risparmi della più efficiente Lombardia. Sono certo che questi risultati arriveranno e che il Governo con il Parlamento farà tutto il possibile per dare il prima possibile la agognata autonomia.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *