Attività politica personale

Sono iscritto al Movimento 5 Stelle dal 2009 e attivista dal 2012 e sono socio fondatore del Comitato Beni Comuni di Monza e Brianza, nato nel 2013.

Tra le tante attività che durante questi anni ho gestito, di alcune sono stato il diretto artefice:

  • Nel 2012 il gestore del servizio idrico aveva sottoscritto un contratto di oltre 60 milioni di euro per i lavori di ristrutturazione dell’impianto di depurazione di Monza. Prima dell’avvio dei lavori veniva proposta una variante del progetto messo in gara. Il Comitato insieme ai consiglieri Fuggetta e Sana del Movimento 5 Stelle  segnalava all’allora Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici la violazione in materia di contratti pubblici. L’Autorità recepiva tale segnalazione e il progetto veniva definitivamente accantonato. La ristrutturazione dell’impianto di depurazione di Monza è costata 15 milioni di euro, a fronte di oltre 60 milioni di euro del progetto originario!
  • L’ATO di Monza nel 2014 affidò direttamente la gestione del servizio idrico a Brianzacque, società che era carente dei requisiti richiesti dalla normativa in materia. Il Comitato segnalò il fatto all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che a più riprese riconobbe le ragioni del Comitato, e impugnò la delibera di affidamento avanti il TAR Lombardia, che rigettò l’istanza non per questioni attinenti al merito ma semplicemente per una pretesa carenza di legittimazione processuale. Perfino il Governo, rispondendo ad una interrogazione dell’Onorevole De Rosa del M5S, ha affermato la legittimazione ad agire dei Comitati. In ogni caso la pressante azione del Comitato e del Movimento 5 Stelle costrinse Brianzacque a mutare assetto per conformarsi alle prescrizioni della normativa regolante gli affidamenti in house, anche se sono ancora molto lacunose.
  • Nel 2015, a seguito delle ben note vicende legate all’inchiesta per corruzione relativa all’appalto dei rifiuti nel Comune di Monza, il Comitato insieme al Movimento 5 Stelle contestò la validità del contratto tra il Comune e l’impresa Sangalli, in quanto viziato da corruzione. Fu soprattutto contestata la transazione avvenuta tra Comune ed appaltatore e segnalato il fatto all’Autorità Nazionale Anticorruzione. Per effetto di questa segnalazione l’ANAC stabilì di procedere al Commissariamento dell’appalto.
  • A partire dal 2014 mi sono occupato dei derivati di Cap Holding e cioè una copertura sui mutui molto costosa che la società ha contratto con le Banche una decina di anni or sono. Insieme ai portavoce del Movimento 5 Stelle a livello comunale e regionale sono riuscito prima a convincere la società a individuare un “advisor” per valutare la convenienza dei contratti ed infine a rinegoziare le condizioni.
  • Il 24 novembre scorso il Comitato ha promosso un Convegno per analizzare il futuro scenario della gestione dei rifiuti nel Comune di Monza. Erano presenti i rappresentanti di Gelsia, di CEM, di Servizi comunali, il gestore bergamasco dei rifiuti, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Monza e l’Assessore all’Ambiente di Latina, dove il servizio è stato affidato all’azienda pubblica del Comune. Nell’ambito di questo convegno, previo accurato studio di costi e benefici, ho avanzato la proposta di gestire il ciclo dei rifiuti tramite un’Azienda pubblica.